Come funziona?
5.0 1 16 0
30.08.2021

Il miglior gioco al quale Ubisoft non ti lascia giocare Pt. 1

Non sono un grande appassionato di giochi di corse in generale, quindi spero che significhi qualcosa quando ti dico che uno dei miei cinque videogiochi preferiti di tutti i tempi è un gioco chiamato Driver: San Francisco. Rilasciato da Ubisoft nel 2011 e parte del franchise di lunga data Driver, Driver: San Francisco è il tipo di gioco che puoi facilmente superare in un negozio, dare un'occhiata alla copertina e pensare che sia solo un altro titolo di corse - e quel tipo di reazione sarebbe comprensibile, ma sarebbe anche sbagliato, perché questo gioco è uno dei videogiochi più strani mai realizzati, che sospetto sia uno dei motivi principali per cui sono così ossessionato da questo gioco da quando è stato inizialmente rilasciato. Innanzitutto, la premessa. Driver: San Francisco inizia come una sorta di normale gioco di corse d'azione in cui sei un poliziotto di nome John Tanner - lo stesso poliziotto di tutti gli altri giochi di Driver - ed è la primissima missione in cui le cose iniziano immediatamente a uscire dai binari.

La fine di quella missione vede Tanner, il tuo protagonista, coinvolto in un disastroso incidente d'auto che lo lascia sospeso in un coma profondo. Sento che questo è il punto in cui qualsiasi altra storia di videogiochi salterebbe in avanti di alcuni mesi o anni fino al risveglio del protagonista dal coma e una sorta di rimescolamento per mettere i pezzi di cosa quando giù, ma non è quello che Driver: San Francisco sì. Invece, Tanner - e tu, come giocatore - trascorri l'intero resto del gioco all'interno di quel coma. Inoltre, non sa di essere in coma, ma tu lo sai. Inoltre, l'intero gioco si svolge all'interno della sua testa all'interno di quel coma. E inoltre, e questa è la parte migliore, nel mondo del coma in cui si svolge il gioco, Tanner ha questo tipo di superpotere per lasciare il suo corpo e prendere istantaneamente il corpo di chiunque altro guidi un'auto ovunque a San Francisco.


So che è molto, ma abbi pazienza. Questa abilità si chiama shift ed è alla base di ciò che rende Driver: San Francisco un gioco così speciale. Toccando il pulsante A, ti accedi immediatamente a questa vista dall'alto della città e, toccando di nuovo quel pulsante, entri direttamente in qualsiasi veicolo che puoi vedere. Quindi istantaneamente, in un batter d'occhio senza tempi di caricamento, hai il controllo di quel veicolo. Sembra tutto ridicolmente scattante, il che è fantastico, perché se stai giocando a questo gioco correttamente, finirai per utilizzare questa funzione un sacco. Ora, la meccanica di t Shift ha un gameplay davvero selvaggio e ramificazioni della storia, ma penso che la cosa più pazza sia che funziona completamente e perfettamente.


E anche questa parte è finita. Spero che vi sia piaciuto. Consigliatemi altri giochi da fare per questa serie, e lasciate 5 stelle e un commento. Ciao.

5.0 (1)
Autore Gianluigi
Articoli Hot
Chat