Come funziona?
5.0 1 79 0
26.11.2020

Speedrun di Sekiro: Shadows Die Twice (Speedrun spiegata - qualsiasi%) Pt. 7

(Settima parte della guida della speedrun di Sekiro: Shadows Die Twice, trovate le parti precedenti negli articoli pubblicati di recente o su "cerca")


Una volta presa la Pietra del Rifugio, scegliamo di essere rimandati al nostro ultimo idolo in comune per tornare al Castello di Ashina, ed è ora il momento di rompere il gioco. Quando arriveremo al castello, ci dirigeremo verso un ponte, dove salteremo in cima a un muro, seguito da un salto verso il castello e un doppio salto in un grande buco nella collisione del muro. Questo ci mette fuori dai limiti, dove poi saltiamo giù in qualche acqua che esiste nel vuoto. Ora abbiamo praticamente campo libero sul mondo di gioco, essendo in grado di nuotare dove vogliamo, indipendentemente dal fatto che normalmente ci sia acqua nel posto in cui ci troviamo. Questo è il motivo per cui si chiama nuoto in aria, perché immergendoci sott'acqua in questa zona fuori limite, possiamo praticamente nuotare nell'aria.

Il problema principale con questo problema tecnico è che devi comunque accedere alle aree nell'ordine in cui le attraverseresti normalmente mentre sei in campo. Se non lo fai, ci sono buone probabilità che il gioco si blocchi o ti uccida tramite aerei della morte, il che è ovviamente negativo. Per assicurarci che il gioco carichi le aree nell'ordine corretto, dobbiamo avvicinarci alla superficie in alcuni punti ed emergere anche nell'Abbandoned Dungeon. Segue poi l'uscita dal menu principale per assicurarsi che tutto venga caricato correttamente, ma una volta fatto, possiamo nuotare in aria verso e attraverso il Tempio [Senpou]. A un certo punto in arrivo cancelleremo il nostro nuoto in aria nuotando in un po 'd'acqua e poi riemergendo, il che rompe il nuoto in aria e ci consente di muoverci e interagire con le cose normalmente, il che è richiesto poiché ci stiamo dirigendo verso un idolo.


Sulla strada per l'idolo, eseguiremo una cosa chiamata "catena aggro". Inizia nuotando vicino a un nemico, che ci mette in combattimento. Ogni volta che entriamo in combattimento, il gioco fa un checkpoint nel punto esatto in cui eravamo entrati in combattimento. Finché restiamo in combattimento, il gioco manterrà quella posizione originale come punto di controllo. Rimanendo in combattimento, quando alla fine usciremo dal menu principale e cariceremo il gioco, torneremo alla posizione esatta del checkpoint da prima di aggredire i nemici. Questo viene abusato continuando a nuotare vicino a sempre più nemici mentre ci dirigiamo alla scoperta di un idolo in modo da rimanere in combattimento, il che significa che il nostro checkpoint non viene mai aggiornato.


E anche questa parte è finita. Spero che vi sia piaciuto. Consigliatemi altri giochi da fare per questa serie, e lasciate 5 stelle e un commento. Ciao.

5.0 (1)
Autore Gianluigi
Articoli Hot
Chat