Come funziona?
5.0 1 168 0
03.09.2019

100 curiosità sui videogiochi (Seconda parte)

Benvenuti nella seconda parte delle 100 curiosità sui videogiochi. Se ne sapevi qualcuna dilla pure nei commenti, sii sincero però, oppure dici quale ti è piaciuta di più. Senza troppe chiacchiere, iniziamo


In undicesima posizione: In the Lost World: Jurassic Park, gioco del 1987, si può sbloccare un finale alternativo e segreto dove Jeff Goldblum, protagonista del primissimo film della serie dei jurassic Park, implorava il giocatore a smettere di giocare e di uscire di casa, di godersi la vita e trovare una donna con cui passare delle giornate invece di stare vicino al videogioco.


In dodicesima posizione: Secondo certi studi, chi gioca ai videogiochi, può più facilmente avere sogni lucidi, ovvero quei sogni dove hai il pieno controllo delle tue azioni e scelte.


In tredicesima posizione: In Mythis 2:Soulbrilghter per un problema di installazione, visto che il gioco non veniva scaricato nella cartella di default, ma da un'altra scelta dall'utente, quando si andrà a disinstallare il gioco, egli cancellerà l'intero Hard Disk.

In quatordicesima posizione:i creatori di Drangon's Lair, videogioco arcade del 1983 creato da Don Bluth e Rick Dyer, per creare la principessa inserita nel gioco si sono ispirati a delle riviste Playboy. Se sei abbastanza piccolo, fammi il piacere di non andare a vedere cosa sono quest'ultime, visto che è roba per grandi capito? Grazie mille.


In quindicesima posizione: Le immagini in sottofondo nella schermata del menu del primo Dead Space sono state create filmando una capra in decomposizione. Abbastanza schifoso, mi fa senso e mi mette i brividi solo a pensarlo. Però è fatto bene, molto bene.


In sedicesima posizione: I prigionieri cinesi di alcune carceri sono costretti a giocare a World of Warcraft e a farmare oro. Non so per certo se la curiosità sia vera o no, ma se è vera che tortura per i prigionieri, davvero orribile. Alcuni studi dicono che si può morire dalla noia, bhe, se è così molti carcerati sono già crepati male, molto male.

In diciasettesima posizione: La reazione umana a una epidemia virtuale in World Of Warcraft sono così simile a reazione umane a epidemie vere che gli epidemiologi hanno raccolto dati del videogioco e le hanno studiate per prevenire future epidemie. Wow, sorpredente, sono davvero affascinato.


In diciottesima posizione: Nel 2011 venne calcoltato il tempo trascorso di tutti i giocatori a giocare World Of Warcraft e la cifra arrivò solo a 5.93 millioni di anni. Pensa quanto tempo passa un singolo giocatore, e pensa a quanti soldi spesi per i abbonamenti mensili, che quelli sono un furto a mano armata. Questo era nel 2011, pensa ad oggi dopo 8 anni, a quanto saranno arrivati? Io punto sui 15 millioni. Patto sta che io non ci ho passato neanche un minuto su sta roba.


In dicianovesima posizione: Un giocatore di World Of Warcraft (scusate per la ripetività) ha 36 account di gioco ed effetua attacchi in massa da solo, con molti pc e molti schermi.


In ventesima posizione: Sapevate che Eminem è tra la top 20 per il punteggio più alto in Donkey Kong?

5.0 (1)
Autore Gianluigi
Articoli Hot
Chat