Come funziona?
5.0 1 130 0
30.03.2020

Outlast Lore - Progetto WALRIDER

Tutta la storia di Outlast gira intorno allo spettro del Walrider, però, prima di parlare del Walrider e della sua storia all'interno del Mount Massive Asylum, bisogna prima introdurre tutto ciò che è intorno, ad esempio il progetto WALRIDER, un programma segreto coordinato dal collaboratore n. 148.616, Rudolf Wernicke, uno scienziato tedesco divenuto famoso in patria per una serie di eventi che lo hanno portato a elaborare delle teorie riguardanti il motore morfogenico; durante la seconda Guerra Mondiale, lo scienziato ha portato la Germania nazista a grandi risultati nel settore della rigenerazione cellulare e nella cancerogeni guidata, in sostanza, era quasi riuscito a fare qualcosa che avrebbe cambiato non solo la Germania a fine Guerra, ma anche tutta il resto dell'Europa, fino a diventare, probabilmente, l'eroe del mondo, riuscendo a trovare una cura per riparare le cellule distrutte dal cancro e per la malattia stessa.


Durante alcuni esperimenti in laboratorio, dove assistette, addirittura, lo stesso Führer, le ricerche di Gustav furono giudicate al di fuori del mondo, visto che sia Hitler stesso, sia gli altri sottoposti giurarono che sarebbe stato possibile vedere il Walrider.


Finita la guerra, Gustav emigrò negli Stati Uniti, dove per decenni interi condusse ricerche per conto di Los Samos, però a scopo governativo. Nel 1945, sempre negli Stati Uniti, venne interrogato dal governo, come si evince da un filmato che verrà mostrato nel corso del gioco, perché sarebbe affiliato al progetto MKULTRA, un progetto (veramente esistito) dove lo scopo era di perfezionare gli strumenti di un interrogatorio, tramite anche violenze, droghe pesanti ed molto altro, tutto governato dall'esercito degli Stati Uniti. Se vi interessa di questo c'è la pagina di Wikipedia e una mini-serie su Netflix, in caso lo abbiate, dal nome Wormwood.

Successivamente, nel ventunesimo secolo, si divulgò la notizia che lo scienziato tedesco fosse morto per arresto cardiaco mentre lavorava nel manicomio di Mount Massive, la data di morte era il 28 febbraio 2009. In verità, Gustav stava portando avanti il progetto Walrider nel laboratorio sotterraneo, ed aveva selezionato personalmente William "Billy" Hope come candidato, ritenendo avesse un grande potenziale dopo aver letto il rapporto sui suoi sogni.


Nonostante fosse coscio della pericolosità di ciò che aveva fatto, Wernicke non poté frenare la sua curiosità e alla fine il Walrider andò completamente fuori controllo. Lasciandosi coinvolgere dalle allucinazioni di alcuni pazienti, molti scienziati incominciarono a vederlo come una divinità, nonostante il dottore li invitò a non lasciarsi andare, e a restare saldi sul suo lavoro…


CONTINUA

5.0 (1)
Autore Gianluigi
Articoli Hot
Chat