Come funziona?
5.0 1 198 0
07.01.2020

Recensione - Mafia 2

Seguito del grande titolo "Mafia: The City of Lost Heaven", uscito nel 2002, e pubblicato nel 2010, Mafia 2 è un videogioco per console di old-gen (Xbox 360 e Playstation 3) e PC, appartenente alla serie "Mafia", di genere Sparatutto in terza persona e Open world, a tema mafia e criminalità organizzate. L'accoglienza della critica fu sopra la sufficienza, faticò nella versione Playstation visto che quest'ultimo era sviluppato da un'altra casa produttrice invece di 2K Czech, queste pecche già si notavano nella demo; del pubblico si può dire ben altro, visto che ci sono stati molti fan di questo titolo, a tal punto a fare una "guerra" contro la fanbase di GTA 4 (titolo che aveva sorpreso molti videogiocatori, uscito sempre nello stesso periodo) per vedere quale era il miglior titolo.


Le vicende si svolgono a Empire Bay, una costa orientale dei Stati Uniti (immaginaria) piena di criminalità e organizzazioni criminali, nello specifico comandano tre famiglie mafiose italo-americane: Clemente, Vinci e Falcone.

Noi saremo Vito Scaletta, un siciliano emigrato in America per via di una grande povertà, però trovando solo miseria, quindi incominciò a rubare fin da giovane età per sopravvivere. Crescendo verrà arrestato, però al posto di andare in prigione andò a "evitare proiettili in Europa"(come dice lui svariate volte), visto la seconda Guerra mondiale alle porte. Per una ferita durante una battaglia, verrà congedato per un mese, anche se il suo migliore amico d'infanzia Joe Barbaro riuscirà a farlo restare a casa senza ritornare in guerra. Da questo momento, Vito punterà a essere qualcuno in questo mondo fatto di violenze ed estorsioni, rischiando la galera o di essere ucciso dai suoi nemici.


Trama coinvolgente, riesce a raccontare una storia vero simile con anche una ambientazione grottesca e riuscita. Purtroppo è abbastanza corta, poco longeva e finita c'è poco da fare di interessante.

Gameplay divertente e innovativo, composto soprattutto da sequenze di combattimento con armi da fuoco, ma anche di combattimenti corpo a corpo, e di guida, tutte e due fantastiche e ben fatte, grazie a un ben fatto feedback in ogni singola arma ed ad un ottima guida, le situazioni che si presentano riescono ad essere adrenaliniche e frenetiche.


Quindi, il mio commento è: il gioco si presenta molto bene come un simulatore di mafia negli anni 50, infatti riesce ad catturare l'attenzione e ad divertirti grazie ad un gameplay curato nei dettagli e frenetico, anche se finita la trama non c'è molto da fare di veramente interessante, e anche se quest'ultima è bella, è poco longeva e corta. Non è perfetto, ma ti darà sicuramente molte ore di divertimento.


Il mio voto è:4/5


E anche questa recensione è finita. Io spero che vi sia piaciuta. Lascia 5 stelle per suppotarmi e un commento. Ciao.

5.0 (1)
Autore Gianluigi
Articoli Hot
Chat